Regione Veneto Bandi e Gare Concorsi e Avvisi Albo online Azienda
Home > Archivio News > Vaiolo delle Scimmie (Monkeypox virus)

Vaiolo delle Scimmie (Monkeypox virus)

lunedì 01 Agosto 2022

 

Cosa sappiamo sul virus

Il vaiolo delle scimmie, monkeypox (MPX), è una malattia infettiva causata da un Orthopoxvirus, un virus simile a quello che causa il vaiolo (da cui si differenzia per minore diffusività e gravità).

Il suo periodo di incubazione, ovvero il tempo che intercorre tra l’esposizione al virus e lo sviluppo della malattia, è compreso tra 5 e 21 giorni. 

 

Sintomi

I sintomi  comprendono di solito: 

  • febbre
  • intenso mal di testa
  • dolori muscolari 
  • mal di schiena e astenia
  • linfonodi ingrossati
  • eruzioni o lesioni cutanee (sulla pelle). L'eruzione cutanea di solito inizia entro 3 giorni dalla comparsa della febbre. Le lesioni possono essere piatte o leggermente rialzate, piene di liquido limpido o giallastro, possono formare croste, seccarsi e cadere. L'eruzione cutanea tende a concentrarsi sul viso, sul palmo delle mani e sulla pianta dei piedi. Può anche essere riscontrata sulla bocca, sulla zona perigenitale e sugli occhi.

La malattia generalmente si risolve spontaneamente in 2-4 settimane con adeguato riposo e senza terapie specifiche; qualora necessario il medico può indicare la somministrazione di farmaci antivirali.

I casi riscontrati fino a questo momento hanno presentato sintomi lievi con un decorso benigno. Tuttavia, il vaiolo delle scimmie può causare una malattia più grave soprattutto in alcuni gruppi di popolazione particolarmente fragili quali bambini, donne in gravidanza e persone immunodepresse.

In caso di comparsa sintomi compatibili con una possibile infezione da vaiolo delle scimmie è importante contattare il proprio medico.

 

Trasmissione

Il virus non si trasmette facilmente da persona a persona. Il contagio avviene attraverso la stretta vicinanza o il contatto fisico ravvicinato.

Il virus può essere trasmesso:

  • tramite il contatto con lesioni cutanee o con i fluidi corporei di una persona infetta
  • tramite rapporti intimi
  • tramite contatto con le mucose o con oggetti contaminati dal virus (come lenzuola o indumenti, vestiti…)
  • attraverso droplet (goccioline respiratorie) in caso di contatto prolungato faccia a faccia.

Nell'epidemia in corso, i dati finora disponibili e la natura delle lesioni in alcuni casi suggeriscono che la trasmissione possa essere avvenuta durante rapporti intimi.

 

Come proteggersi

Riportiamo di seguito alcuni consigli utili per l’auto-protezione:

  • evitare il contatto sessuale con qualcuno che presenti eruzioni cutanee compatibili con una possibile infezione da vaiolo delle scimmie
  • evitare il contatto ravvicinato con qualcuno che ha sintomi compatibili con una possibile infezione da vaiolo delle scimmie (febbre, rigonfiamento dei linfonodi, lesioni cutanee in particolare vescicole o croste)
  • tenere le mani pulite con acqua e sapone o gel a base alcolica
  • mantenere la distanza respiratoria

Le raccomandazioni prevedono, inoltre, di restare a casa a riposo qualora insorga la febbre e di rivolgersi al medico di fiducia in caso di comparsa di vescicole o altre manifestazioni cutanee. 

I contatti devono monitorare la loro temperatura due volte al giorno. I contatti asintomatici non devono donare sangue, cellule, tessuti, organi, latte materno o sperma mentre sono sotto sorveglianza. Durante i 21 giorni di sorveglianza i contatti di caso MPX devono evitare contatti con persone immunodepresse, donne in gravidanza e bambini di età inferiore ai 12 anni.

 

Vaccinazione

A partire dal 05.08.2022 è disponibile in Veneto il vaccino contro il vaiolo delle scimmie.
Attualmente la situazione epidemiologica, le modalità di contagio e velocità di diffusione della malattia fanno escludere la necessità di una campagna vaccinale di massa.
La vaccinazione è, pertanto, indicata, come profilassi pre-esposizione a partire dai 18 anni di età, per le seguenti categorie:

  • personale di laboratorio con possibile esposizione diretta a orthopoxvirus.
  • persone con comportamenti sessuali che rientrano nei criteri di rischio come individuati dalla Circolare del Ministero della Salute n.35365 del 05.08.2022
Per richiedere informazioni e prenotare il vaccino (secondo disponibilità) scrivere alla mail: vaccinazioni.aopd@aopd.veneto.it 



Opuscoli informativi

 

 
Ultimo aggiornamento: 23/08/2022
Categorie news Covid-196 Salute4
Tag cloud Gravidanza